Casa24

Case del Demanio all’asta in Veneto, Marche, Calabria e Lazio

dismissioni

Case del Demanio all’asta in Veneto, Marche, Calabria e Lazio

Abitazione a Monte Urano Fermo (foto Agenzia del Demanio)
Abitazione a Monte Urano Fermo (foto Agenzia del Demanio)

L’agenzia del Demanio mette all’asta una ventina di immobili distribuiti in quattro regioni italiane. Nelle Marche sono sul mercato quattro abitazioni tra Ascoli e le province di Fermo e Macerata. In Calabria vengono alienati due lotti nel cosentino, tra cui un complesso sui 400mila euro. In Veneto sono in gioco tre fabbricati residenziali a Spinea, a pochi km da Venezia, e tre ex caselli ferroviari a Pieve di Cadore, sulle Dolomiti bellunesi. Infine il Lazio, dove sono in vendita quattro appartamenti e tre magazzini, sparsi tra Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo.

Il primo bando riguarda le Marche, scade il 22 gennaio e comprende quattro alloggi. Due sono in provincia di Macerata: uno a Recanati, a 12 km dalla costa adriatica, e uno a Civitanova Alta, una ventina di km più a sud. Nel primo caso il prezzo di partenza è 55mila euro, nel secondo 17mila per metà della proprietà complessiva. A Monte Urano, piccolo comune vicino a Fermo, viene ceduto un immobile da almeno 50mila euro, mentre possono bastarne 28mila per la quota di un terzo di un appartamento in dismissione ad Ascoli, alla periferia ovest della città.

L'avviso di vendita successivo è della direzione Calabria del demanio (), elenca due lotti in provincia di Cosenza e dà tempo per le offerte fino al 13 febbraio. Per partecipare serve una cauzione pari al 10% della base d’asta. A Trebisacce, sulla costa ionica, si può provare a comprare un complesso da 441mila euro, composto da un fabbricato e un garage che coprono una superficie totale sui 500 mq. La struttura è a un chilometro dalla stazione ferroviaria locale ed è diventata di proprietà pubblica dopo una confisca. Lo stesso è successo all’immobile residenziale sul mercato a Trenta, comune che pochi mesi fa è confluito con altri quattro in quello di Casali del Manco. In questo caso siamo nell'entroterra, nel cuore della regione, e la richiesta minima è di 33mila euro.

Il terzo bando termina il 19 febbraio e riguarda il Veneto. A Spinea, a 20 km da Venezia, sono in vendita tre fabbricati residenziali, con prezzi di partenza che oscillano tra 34mila e 38mila euro. Le superfici coperte sono comprese tra gli 80 e i 120 mq, e ogni alloggio è dotato di un giardino che misura almeno 100 mq. Poi ci sono tre ex caselli ferroviari a Pieve di Cadore, in provincia di Belluno. Per il più costoso la base d'asta è 48mila euro, per gli altri due siamo poco sopra i 10mila ciascuno. Le strutture hanno bisogno di essere ristrutturate e sono lungo il tracciato della Calalzo-Dobbiaco, una linea di montagna chiusa nel 1964.

L'ultimo avviso di vendita scade il 22 febbraio ed elenca sette lotti in Lazio, di cui tre in provincia di Frosinone. Due sono a Ferentino, a una decina di km dal capoluogo: un appartamento da 76mila euro e un magazzino da 19mila, lo stesso prezzo di partenza di un'abitazione in pessime condizioni ad Esperia, 60 km più a sud. A Montefiascone, comune viterbese sul lago di Bolsena, vengono alienati due depositi con richieste minime comprese tra 11mila e 15mila euro. A Latina è sul mercato un alloggio da 80mila euro, mentre si parte da 34mila per quello in dismissione a Tarano, a 40 km da Rieti, vicino al confine con l’Umbria.

© Riproduzione riservata