Moda24

Dischetti o salviette esfolianti (e non solo): il test di Moda24

beauty&budget

Dischetti o salviette esfolianti (e non solo): il test di Moda24

Che cosa sono: dischetti o salviettine imbevuti con una lozione contenente attivi specifici esfolianti, con altri principi attivi idratanti e lenitivi, per svolgere un’azione rigenerante e rinnovatrice dell’epidermide.
Ma quali possono essere gli attivi esfolianti? Si usano solitamente gli acidi della frutta, ovvero gli alfaidrossiacidi (in breve, AHA, che hanno un effetto esfoliante) ma anche i betaidrossiacidi, in particolar modo l’acido salicilico. Tra i più efficaci alfaidrossiacidi c’è in primis l’acido glicolico, che si ricava dalla canna da zucchero ed è quello con le molecole di dimensioni minuscole, che di conseguenza arrivano più in profondità e hanno un’azione potente; l’alternativa più soft è l’acido mandelico, ottenuto dalle mandorle, ci sono poi il citrico (contenuto negli agrumi), il malico (che deriva principalmente dalla mela e anche dalla fragola), il lattico, che non ha niente a che vedere col latte, al contrario di quanto si possa pensare: è infatti derivato principalmente dall’ananas. Tra i betaidrossiacidi ricordiamo invece l’acido salicilico, contenuto nella corteccia del salice, e il cogico, che deriva dall’olio di crusca di riso ed è specifico contro le macchie scure grazie alla sua capacità depigmentante.
Oltre agli attivi esfolianti, la formula di cui sono impregnati questi dischetti contiene sostanze lenitive, idratanti e riequilibranti per ripristinare le condizioni epidermiche ideali.

Il vantaggio di questi tessuti è la praticità di utilizzo: si passano massaggiandoli leggermente su viso e collo (ma anche sul corpo, volendo) dopo la pulizia, sulla pelle asciutta. Non occorre poi sciacquare, perciò si rivelano un modo rapido e “no fuss” per ottenere un’azione rigenerante in poco tempo. Quelli in bustine singole sono poi ulteriormente comodi da portare in palestra o in viaggio.
Ricordiamo infine che l’esfoliazione deve essere considerata parte integrante e imprescindibile della beauty routine non soltanto femminile, ma anche per gli uomini, per mantenere la pelle libera da cellule morte e impurità (e per facilitare la rasatura).

Tre prodotti per tre fasce di prezzo

Le salviettine Easy Peeling di Comodynes hanno una doppia azione: subito, anche grazie ai microrilievi, eliminano le cellule morte e puliscono i pori in profondità (spesso infatti si vede che da bianche diventano più scure), mentre in poche ore rivelano una pelle più luminosa, effetto che diventa più eclatante con l’uso costante, una o due volte la settimana (11,90 euro per 20 salviettine o per otto in bustine singole, in farmacia).

Sublime Skin Peel Pad di Comfort Zone è un trattamento esfoliante e antietà: a base di alfa e poli-idrossiacidi, questi dischetti esfoliano, levigano e donano luminosità alla pelle. Molto ricchi di attivi come acido glicolico (4%), gluconolattone (4%), Vitamina C (0,5%), Vitamina PP (3%), sono ideali per l’utilizzo a giorni alterni e il ciclo completo è di 28 giorni, cioè una confezione (42 euro per 14 pezzi in bustine singole, in istituto e su shop.davines.com).

I nuovissimi Sensitive Skin Peel Pads di Elizabeth Arden Pro sono formulati specificamente per pelli delicate, con acido glicolico, mandelico, lattico e salicilico per un’azione calibrata di esfoliazione profonda unita a una intensa idratazione. Una o due applicazioni settimanali sono l’ideale per ritrovare un viso radioso, un colorito uniforme e un aspetto più giovane (70 euro per il vasetto da 50 dischetti, in istituto).

© Riproduzione riservata