Norme & Tributi

Fisco, il calendario 2017 aggiornato per dichiarazioni e pagamenti

l’agenda dei principali adempimenti

Fisco, il calendario 2017 aggiornato per dichiarazioni e pagamenti

Fotolia
Fotolia

Ora manca solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ma la pubblicazione sul sito del Mef, avvenuta ieri, del Dpcm che estende ai lavoratori autonomi la proroga dei pagamenti risultanti dalla dichiarazione dei Redditi 2017. I nuovi termini, del 20 luglio 2017 o dal 21 luglio al 21 agosto 2017 con lo 0,40% in più, valgono anche per l'Irap, per il saldo Iva 2016 “spostato” con i versamenti delle imposte sui redditi e per tutti gli altri tributi e contributi derivanti dalla dichiarazione dei redditi, sia per i titolari di reddito d'impresa, compresi i collaboratori familiari o i soci ai quali è attribuito il reddito dell'impresa o società, sia per i professionisti. Inoltre con il Dpcm 26 luglio 2017 sono stati rinviati dal 31 luglio al 31 ottobre i termini per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi 2017 relative al 2016. In particolare, slitta la presentazione online via Entratel o via Internet delle dichiarazioni per persone fisiche, società di persone, studi associati e società di capitali con esercizio che coincide con l'anno solare. Stesso destino per la presentazione online via Entratel o via Internet delle dichiarazioni Irap per le persone fisiche, società di persone, studi associati e società di capitali con esercizio che coincide con l'anno solare. Lo stesso provvedimento della presidenza del Consiglio porta al rinvio al 31 ottobre della presentazione in via telematica del 770/2017; riguarda la dichiarazione dei sostituti d'imposta e degli intermediari relativa all'anno 2016. Stessa scadenza anche per la presentazione delle Certificazioni uniche 2017, relative al 2016, che non contengono dati da usare per l'elaborazione del 730 (redditi di lavoro autonomo derivanti dall'esercizio abituale di arti o professioni, compresi quelli relative ai cosiddetti “contribuenti minimi”, di cui all'articolo 27 del decreto legge 98/2011, o ai “contribuenti forfetari”, di cui alla legge 190/2014; provvigioni; corrispettivi erogati dal condominio per prestazioni relative a contratti di appalto; redditi esenti).

L’AGENDA DELLE SCADENZE FISCALI

© Riproduzione riservata